Servizio Sociale professionale

Il Servizio Sociale professionale è un servizio aperto ai bisogni di tutta la comunità, finalizzato ad assicurare prestazioni necessarie a prevenire, ridurre e/o rimuovere situazioni problematiche o di bisogno sociale dei cittadini. L’attenzione prioritaria è indirizzata ai soggetti più deboli ed emarginati, con interventi di prevenzione del disagio, potenziamento e attivazione delle risorse individuali familiari e comunitarie, di valorizzazione dell’individuo. Sono prestazioni del Servizio sociale professionale: la lettura e la decodificazione della domanda sociale, la presa in carico della persona, della famiglia e/o del gruppo sociale, la predisposizione di progetti personalizzati, l’attivazione e integrazione dei servizi e delle risorse in rete, l’accompagnamento e a l’aiuto nel processo di promozione ed emancipazione. Il Servizio Sociale professionale è trasversale ai vari servizi specialistici, svolge uno specifico ruolo nei processi di pianificazione e coordinamento della rete dei servizi sociali e sociosanitari; assume un ruolo di interventi professionali proprio e di livello essenziale per osservare e gestire i fenomeni sociali, erogare prestazioni di informazione, consulenza e aiuto professionale. Rispetto alla tipologia di intervento si distingue in:

  1. a) Servizio di segretariato sociale;
  2. b)  Gestione sociale del caso (case management/presa in carico);
  3. c) Osservazione, pianificazione, direzione e coordinamento delle politiche socio- assistenziali e sociosanitarie;

Il Servizio Sociale professionale si distribuisce  territorialmente in maniera da assicurare la massima fruibilità da parte di tutti i cittadini, garantendone l’accesso in ogni Comune. Il personale del Servizio Sociale Professionale è composto da Professionisti assistenti sociali iscritti nel rispettivo Albo.

L’accesso al servizio è libero da parte di cittadini e famiglie. Il servizio/intervento ha rilevanza sociosanitaria in quanto si configura come l’integrazione sociale dell’Unita di Valutazione Multidimensionale Integrata (UVM). Il servizio sociale professionale, assicura una adeguata presenza dell’Assistente Sociale in rapporto alla dimensione demografica dell’Ambito Sociale e garantisce la funzione primaria della presa in carico anche integrata (multidisciplinare o multidimensionale) del soggetto singolo o gruppo sociale o nucleo familiare che rappresenta l’avvio del percorso personalizzato di cura e assistenza e che si articola nelle seguenti fasi operative:

  1. valutazione del bisogno;
  2. predisposizione del piano di intervento personalizzato;
  3. richiesta di erogazione di prestazioni esterne al servizio;
  4. erogazione prestazioni professionali di competenza (sostegno ed accompagnamento nella rimozione/riduzione del disagio, mediante incontri e visite programmate);
  5. controllo dell’appropriatezza degli interventi esterni rispetto agli obiettivi assistenziali;
  6. verifica e valutazione dell’andamento del piano di intervento personalizzato;
  7. gestione della cartella sociale dell’utente e chiusura del caso. L’assistente sociale garantisce le prestazioni professionali di competenza sopraelencate ed è individuato quale responsabile unico del caso, assolvendo alla funzione di case manager, fermo restando l’approccio interdisciplinare di équipe nella gestione del caso, nell’ottica del lavoro di rete, con tutti gli operatori e i servizi territoriali a vario titolo coinvolti.
  8. Creaione di una rete stabile con i servizi pubblici e privati presenti sul territorio;
  9. Adozione di un programma unico di lavoro funzionale alla gestione della cartella sociale dell’utente e mediante l’uso di strumenti unici di valutazione del bisogno, di progettazione personalizzata, e di verifica e valutazione degli interventi posti in essere.

 

Operatori coinvolti

Quattro assistenti sociali

Due operatori di segretariato sociale

Copyright © Carmine Faiola 2020. Tutti i diritti riservati

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: