FNA 2015 PROGRAMMA ATTUATIVO AZIONI ED INTERVENTI IN FAVORE DELLE PERSONE IN CONDIZIONE DI DISABILITA’ GRAVE E GRAVISSIMA

Descrizione il programma

L’Ambito Territoriale Sociale di Venafro ha emanato l’ Avviso Pubblico in coerenza ed attuazione delle deliberazioni di Giunta Regionale n. 163/2016 “FNA 2015 – Programma Attuativo Azioni ed Interventi in favore delle persone in condizioni di disabilità grave e gravissime e Disciplinare: Approvazione”

 e  n. 270/2016 “Deliberazione di Giunta Regionale del 26.04.2016, n. 163 “FNA 2015 – Programma Attuativo Azioni ed Interventi in favore delle persone in condizioni di disabilità grave e gravissime e Disciplinare: Approvazione”. Modifica ed integrazione”, conformemente al contenuto del Decreto interministeriale in materia di riparto del Fondo nazionale per le non autosufficienze (FNA) anno 2015, emanato ai sensi dell’art. 1, comma 1264, della legge 27 dicembre 2006, n. 296. Delibera del comitato dei sindaci  23/2016

Il Programma ha previsto  la durata di un anno a decorrere dall’approvazione della graduatoria e della concessione del beneficio.

Il Programma è stato finalizzato ad assicurare un sistema assistenziale domiciliare alle persone,  adulti e minori, in condizione di disabilità  grave e gravissima; – alla realizzazione di percorsi di apprendimento per l’acquisizione di soddisfacenti livelli di autonomia;

 

I destinatari previsti nel Programma sono adulti e minori residenti in uno dei Comuni dell’Ambito Territoriale Sociale di Venafro, in condizioni di disabilità grave o gravissima comprese le persone affette da Sclerosi Laterale Amiotrofica  (SLA).

In particolare:

·           Persone in condizione di dipendenza vitale che necessitano a domicilio di assistenza continuativa e monitoraggio a carattere sociosanitario nelle 24h, per bisogni complessi derivanti dalle gravi condizioni psico-fisiche, con la compromissione delle funzioni respiratorie, nutrizionali, dello stato di coscienza, privi di autonomia motoria e/o comunque bisognose di assistenza vigile da parte di terza persona per garantirne l’integrità psico-fisica. Per l’individuazione delle patologiaeda cui deve essere affetto il paziente di che trattasi si rinvia all’art. 5 del Disciplinare per la realizzazione del Programma attuativo approvato con d. G.R. n. 163/2016.

·           Persone con grave disabilità (L. 104/92 art. 3 comma 3) impegnati in percorsi di studio per interventi funzionali all’acquisizione di soddisfacenti livelli di autonomia.

Azioni di supporto alla persona in condizioni di disabilità gravissima ed alla sua famiglia:

·         Sostegno economico, garantito attraverso trasferimenti monetari per l’acquisto da cooperative o soggetti accreditati di servizi di cura ed assistenza domiciliare sulla base del piano personalizzato (cd. voucher);

·         Servizio Assistenza Domiciliare SAD, per un numero di ore variabili, da un minimo di 8h ad un max di 14 h settimanali per 52 settimane (Non concorrono le ore assicurate dal progetto Home care premium);

·         Contributo economico per il caregiver nell’importo di € 400,00 mensili. Questo intervento verrà concesso in assenza della fruizione di prestazioni domiciliari rese nell’ambito dei servizi di assistenza domiciliare comunale (SAD) e/o garantite nell’ambito dell’assistenza tutelare e del SAD disabili erogato dagli ATS. Nel caso più componenti della stessa famiglia siano ammessi al Programma può essere individuato un solo caregiver a cui sarà riconosciuto il contributo di 400,00 euro per un paziente e nella misura del 50% per gli altri.

 A tale azione verrà destinata solo il 20% delle risorse assegnate all’Ambito territoriale Sociale di Venafro, di cui potranno beneficiare i pazienti valutati in condizione di maggiore severità, scaturente dal punteggio della SVAMA.

·          Ricoveri di sollievo in strutture regionali sociosanitarie o assistenziali, attrezzate a garantire le cure necessarie (nella misura in cui gli stessi siano effettivamente complementari al percorso domiciliare) con l’onere della quota sociale fino ad un max di € 38,00 al giorno, per un periodo continuativo nel corso dell’anno di 15 giorni;

·         Acquisti di ausili o presidi, preventivamente autorizzati (non previsti dal nomenclatore sanitario) fino al concorrimento delle risorse previste per l’ATS di Venafro. L’eventuale spesa di importo maggiore di quanto consentito sarà a carico dell’assistito.

N.B.

·         Realizzazione di percorsi di studio per interventi funzionali all’acquisizione delle autonomie personali e/o sociali, orientamento e mobilità e per l’apprendimento di capacità necessarie a favorire l’autonomia comunicativa/relazionale,

Operatori coinvolti nella realizzazione del Progetto.

Assistenti Sociali

Personale Amministrativo (Coordinatore – Istruttore amministrativo)

Cooperative Accreditate per i Servizi

Personale Segretariato Sociale

Personale Asrem  (Direttore di Distretto – personale medico)

Risultati raggiunti.

Le domande pervenute  all’ATS Venafro   sono  state n.  95.

 

Distribuzione territoriale.

La Distribuzione territoriale si evince dalla tabella seguente:

COMUNEDomande presentate
Acquaviva D’Isernia4
Castel San Vincenzo5
Cerro Al Volturno4
Colli A Volturno7
Conca Casale0
Filignano5
Fornelli9
Montaquila5
Montenero Val Cocchiara3
Pozzilli5
Rocchetta a Volturno9
Sesto Campano8
Scapoli2
Venafro29